Il 2019 è ormai cominciato da un po’ e con il nuovo anno, e la nuova Legge di Bilancio, è arrivata anche una buona notizia per le donne che quest’anno diventeranno mamme: il bonus mamma è stato prorogato anche per quest’anno. Ma che cos’è questo bonus mamma? Se siete alla prima gravidanza, probabilmente questa dicitura non vi è molto familiare e dunque vediamo insieme di cosa si tratta, quali sono i requisiti per ottenerlo e qual è la procedura da seguire per riceverlo.

Che cos’è il Bonus Mamma?

Il bonus mamma è un’agevolazione fiscale introdotta con la Legge di Bilancio del 2017 che prevede l’erogazione di un contributo di 800€ una tantum dopo il 7° mese di gravidanza oppure alle famiglie che adottano un bambino o lo accolgono in affidamento preadottivo. Questa agevolazione viene erogata dall’Inps in un’unica soluzione dopo che la futura mamma ne ha inoltrato la richiesta; inoltre il contributo è legato al numero di figli nati dal parto, e non al singolo evento, per questo motivo in caso di parto gemellare il contributo sarà di 1.600€.

Quali sono i requisiti per ottenerlo?

Il primo requisito da tenere a mente è il 7° mese di gravidanza: come molti sanno, dal punto di vista medico i primi mesi di gravidanza sono i più delicati e quelli considerati più a rischio, di conseguenza per poter inoltrare la richiesta all’Inps è necessario che la gravidanza sia entrata nel 7° mese. Inoltre, è necessario che le future mamme che vogliono beneficiare del bonus rientrino nei seguenti parametri:

  • possedere la residenza in Italia;
  • possedere la cittadinanza italiana o comunitaria;
  • le cittadine non comunitarie devono essere in possesso del permesso di soggiorno UE.
  • portare a termine la gravidanza. Il parto può anche essere antecedente all’inizio dell’8° mese di gravidanza;
  • adozione del minore, nazionale o internazionale, disposta con sentenza divenuta definitiva ai sensi della legge n. 184/1983;
  • affidamento preadottivo nazionale disposto con ordinanza ai sensi dell’art. 22, comma 6, della legge 184/1983 o affidamento preadottivo internazionale ai sensi dell’art. 34 della legge 184/1983.

Qual è la procedura da seguire per ricevere il bonus mamma?

La domanda va inoltrata, allegando obbligatoriamente la certificazione sanitaria in cui il medico specialista ha indicato la data presunta della nascita, attraverso le seguenti procedure:

  • direttamente online se possiede il PIN dispositivo Inps;
  • telefonando al numero verde Inps;
  • chiedendo informazione a CAF e Patronati o a qualsiasi ente intermediario abilitato ad autorizzare l’invio telematico delle domande Inps.